Recensione di Renata Morbidelli

Recensione di Renata Morbidelli a La resa degli innocenti

La resa degli innocenti coverCosa spinge Barbara, una tranquilla casalinga e una mamma come tante altre a trasformarsi in Rian, spietata assassina e cacciatrice? Oltre l’odio, oltre la rabbia, oltre la gran sete di vendetta, che la alimentano e la consumano allo stesso tempo, c’è un amore smisurato per il suo Marco: un ragazzino di appena dodici anni che un pomeriggio scompare nel nulla. Da quel momento la vita di Barbara si può dire che finisce e dalle sue ceneri prende forma Rian, una spietata cacciatrice di quei lupi travestiti da agnelli che le hanno strappato la sua unica ragione di vita e il suo ultimo appiglio per poter sorridere e sperare ancora dopo la morte improvvisa del marito, scomparso dodici anni prima in un incidente stradale. (altro…)

Nasce l’iniziativa #LeggereLiberaMente

Blog Crossing e Michele Gentile propongono #LeggereLiberaMente

#LeggereLiberaMente

Più di 50 autori (alcuni racchiusi in due antologie) e 40 libri spediti per il momento… il tutto con la partecipazione di Edizioni Esordienti Ebook che ha contribuito in modo piuttosto generoso! Questo è il bilancio dei primi 5 giorni di ‪#‎LeggereLiberaMente‬. Blog Crossing, ancora una volta, è la dimostrazione che insieme possiamo davvero fare molto! Continuate così e, possibilmente, partecipate. Vi ricordiamo che l’invio dei libri è a scopo di beneficenza e rappresenta l’essenza stessa della generosità: privarsi di un proprio libro ha un valore significativo. Io ho partecipato con tutti i miei libri: Scintilla vitale, Il gioco del demone, Le risonanze della folgore, Il peccato di Rennahel, La resa degli innocenti.

Contribuire ad avvicinare alla letteratura a chi non ha la possibilità di farlo, nasce l’iniziativa #LeggereLiberaMente

(altro…)

Recensione di Antonella Mattei

Recensione di Antonella Mattei a La resa degli innocenti

La resa degli innocenti coverL’autrice catapulta il lettore in un mondo di disperazione e sete di vendetta: niente giustizia degli uomini o di Dio per Barbara, madre di un adolescente scomparso negli abissi della pedofilia più bieca. E’ questa madre la protagonista assoluta della storia, tutto ruota intorno a lei e alla sua sete insanabile di sangue, gli altri personaggi risultano solo dei comprimari, sopraffatti dalla forza dei suoi pensieri, dei suoi incubi, delle sue azioni. Il tono nero del romanzo viene leggermente alleggerito dalla comparsa del misterioso Leonardo che , come a Samarcanda, ritrova e rincorre la donna prevedendo ogni sua mossa. Cosa vuole Leonardo da questa madre? (altro…)